Società partecipate: c’è tempo fino al 24 maggio

//Società partecipate: c’è tempo fino al 24 maggio

Società partecipate: c’è tempo fino al 24 maggio

C’è tempo fino al 24 maggio 2019 per la rilevazione dei dati relativi alla revisione periodica e al censimento delle partecipazioni e dei rappresentanti delle amministrazioni negli organi di governo di società ed enti. Proprio grazie a tale proroga resterà aperto l’applicativo «Partecipazioni» del Portale Tesoro, che resta l’unico strumento idoneo per la trasmissione del provvedimento alla struttura per l’indirizzo, il controllo e il monitoraggio.

La Corte dei conti – nel comunicato stampa uscito il 3 aprile 2019 che ha annunciato lo slittamento del termine – indica che l’obbligo di trasmissione dei provvedimenti di revisione periodica delle partecipazioni societarie al 31 dicembre 2017, ai sensi dell’art. 20, commi 1-3, del d.lgs. n. 175/2016, alla competente Sezione di controllo, è assolto attraverso le seguenti modalità:

  • le Amministrazioni accreditate sull’applicativo Con.Te (Regioni, Città metropolitane, Province, Comuni) devono trasmettere esclusivamente tramite le funzionalità dello stesso applicativo, già utilizzate per la trasmissione dei documenti istruttori;
  • le Amministrazioni e gli enti non accreditati sull’applicativo Con.Te (Camere di commercio, Università, Unioni di Comuni, Comunità montane, Consorzi, ecc.) devono trasmettere attraverso posta elettronica certificata all’indirizzo intestato alla Sezione territorialmente competente, reperibile sul sito istituzionale della Corte dei conti, o altra modalità concordata con la Sezione;
  • i provvedimenti di competenza della Sezione controllo Enti (organismi assoggettati al controllo di cui alla legge 21 marzo 1958, n. 259) devono essere trasmessi tramite posta elettronica certificata all’indirizzo sezione.controllo.enti@corteconticert.it. Quelli, invece, di competenza delle Sezioni riunite in sede di controllo (Amministrazioni dello Stato ed enti nazionali) devono essere inviati attraverso posta elettronica certificata all’indirizzo sezioni.riunite.in.sede.di.controllo@corteconticert.i;
  • resta fermo l’obbligo di comunicazione dei dati alla struttura di monitoraggio del Dipartimento del tesoro per il tramite dell’applicativo “Partecipazioni” del Portale Tesoro, ove saranno acquisiti sia i dati e gli esiti della razionalizzazione periodica sia le informazioni richieste ai fini del censimento annuale delle partecipazioni e dei rappresentanti in organi di governo delle società e di enti (deliberazione n. 22/SEZAUT/2018/INPR).

Per tutte quelle Amministrazioni non soggette al Testo Unico sono richieste le solite informazioni che riguardano il censimento annuale sulle partecipazioni detenute direttamente e indirettamente in società e in altri soggetti di forma giuridica non societaria. Tutte le Amministrazioni devono comunicare le informazioni relative ai propri rappresentanti in organi di governo di società ed enti, partecipati o meno. Si ricorda che è da inoltrare sempre attraverso l’applicativo l’assenza di partecipazioni.

Per tutte le Amministrazioni soggette al Testo Unico deve essere inserito il provvedimento, adottato dall’organo competente, attestante la non detenzione di partecipazioni in società.

Fonte: Daniela Casciola, Sulla revisione periodica delle partecipate trasmissione dati prorogata al 24 maggio, Il Sole 24 Ore – Quotidiano Enti Locali & PA, 16 aprile 2019.

2019-04-17T07:20:28+00:0016 Aprile, 2019|News|