Anticipazione di liquidità agli enti territoriali

//Anticipazione di liquidità agli enti territoriali

Anticipazione di liquidità agli enti territoriali

Con proprio comunicato, diramato in data 15 gennaio 2019, Cassa Depositi e Prestiti ha comunicato la messa in opera della piattaforma destinata all’anticipazione dei pagamenti della Pubblica Amministrazione, operazione contemplata all’interno della Legge di Bilancio nei commi dall’ 849 all’874. Per richiedere l’anticipazione di liquidità, è necessario entrare nella “Piattaforma dei crediti commerciali” della Ragioneria dello Stato e procedere con il download dell’elenco dei debiti da pagare. Potranno essere presi in considerazione i soli debiti liquidi, certi ed esigibili maturati al 31 dicembre 2018.

Le esposizioni di cui sopra dovranno essere conseguenti a somministrazioni, forniture, appalti e/o obbligazioni per prestazioni professionali. In base alle risultanze emerse si può avviare la procedura telematica, attraverso il portale della Cassa, finalizzata a richiedere l’erogazione della liquidità necessaria per l’estinzione dei debiti.

L’importo che può essere richiesto deve essere inferiore ai tre dodicesimi delle entrate accertate nell’anno 2017 afferenti ai primi tre titoli di entrata del bilancio e, per le regioni e le province autonome, entro il limite massimo del 5 per cento delle entrate accertate nell’anno 2017 afferenti al primo titolo di entrata del bilancio.

I tempi per la richiesta sono piuttosto stretti, il termine ultimo per inoltrarla è infatti il 28 febbraio 2019. Entro i 7 giorni successivi alla richiesta l’ente otterrà la liquidità in modo da poter pagare i creditori entro 15 giorni.

Il rimborso dell’anticipazione è prevista entro il 15 dicembre 2019.

Nel caso in cui i fondi erogati non fossero utilizzati per effettuare i pagamenti previsti saranno immediatamente richiesti in restituzione.

2019-01-22T09:11:09+00:0022 gennaio, 2019|News|