Controllo di Gestione2018-06-22T08:46:08+00:00

CONTROLLO DI GESTIONE

Studio Sigaudo si offre per supportare l’Ente nel Controllo di Gestione

Gli impegni sempre più numerosi e pressanti, il poco tempo a disposizione, le difficoltà a operare nel sistema attuale, sono alcuni degli ostacoli che si trova oggi ad affrontare l’ufficio finanziario. Le novità normative che hanno caratterizzato il settore finanziario negli ultimi anni sono sicuramente di portata rilevante. La variazione che ha interessato il sistema contabile, affiancando alla contabilità finanziaria quella economico patrimoniale, ha comportato un cambio radicale del sistema in essere. Il grande sforzo di aggiornamento da parte degli operatori dell’ufficio finanziario, l’ammodernamento dei sistemi informatici in essere e l’evoluzione delle procedure operative, hanno fatto sì che oggi l’ente operi nel rispetto della nuova normativa. Il processo di programmazione ha assunto una maggiore specificità e un ampliamento degli adempimenti da porre in essere. L’introduzione del D.U.P., il documento unico di programmazione, ha fatto sì che lo studio del bilancio sia stato anticipato di diversi mesi rispetto alla fine dell’esercizio. Il monitoraggio continuativo, con un intervento eventualmente infra-annuale sui residui e il potenziamento del controllo di gestione, ha fornito nuovi strumenti all’amministrazione. Il passaggio dal patto di stabilità al saldo di finanza pubblica, pareggio di bilancio, ha fornito nuovi vincoli da rispettare e da verificare anche in riferimento a ogni intervento di variazione del bilancio approvato. Arrivando alla fine dell’esercizio è fondamentale rilevare l’importanza assunta dall’approvazione del bilancio entro il 31 dicembre, in modo da poter usufruire dei sistemi incentivanti e migliorare i parametri di virtuosità dell’ente.

Attraverso il controllo di gestione si istituirà una procedura di verifica che consentirà un monitoraggio continuo dei risultati funzionali ottenuti rispetto alle risorse impegnate. In contemporanea, si fornirà una base formativa condivisa che consenta una buona e indipendente operatività a tutti i soggetti coinvolti nel processo operativo/amministrativo dell’ente.
Questo tipo di analisi sarà finalizzata a rilevare economie o diseconomie in termini di efficacia, efficienza ed economicità delle azioni poste in essere dagli enti coinvolti nel processo di analisi.
Si dovrà procedere con l’individuazione delle diverse aree operative e dei vari obiettivi e si porrà in essere un’azione di confronto scadenzata in modo tale da rilevare eventuali scostamenti, positivi o negativi, rispetto a quanto previsto.
Il lavoro sarà svolto attraverso l’uso diretto del software finanziario, utilizzato dell’ente, il che permetterà di avere un’interazione continua tra i dati elaborati dall’ente e generati dal suo funzionamento e i parametri di controllo e analisi delle procedure e dei risultati ottenuti.
L’elaborazione dei dati, la loro manipolazione e trasformazione anche in contenuti economici porterà alla produzione di report periodici che permetteranno una facile lettura dello stato dell’Ente e costituiranno un’ottima base per la redazione del Referto da inviare alla Corte dei Conti.
La documentazione potrà essere arricchita da grafici e diagrammi che renderanno immediatamente comprensibile la situazione operativa.

 

Scarica la scheda in PDF
CONTATTACI ORA